Il ruolo del custode, colui che tiene sicuro il vostro palazzo

Servizio portineria PAGI

Il custode e tutte le mansioni che deve avere in uno stabile


Analisi del mercato immobiliare hanno recentemente confermato che appartamenti in

stabili con il custode vengono venduti molto più facilmente di quelli che non offrono questo

servizio, e che una volta tolto, l’appartamento viene svalutato fino al 5 per cento. Tanto è

vero che il numero dei portieri negli ultimi mesi è in aumento per la prima volta negli ultimi

10 anni.

I motivi dietro a tale crescita del numero di portinai sono molteplici, ma sicuramente la

prima ragione è che il custode garantisce tranquillità: “la sicurezza è una esigenza centrale

oggi: il portinaio è un presidio contro le truffe agli anziani e i furti in pieno giorno e ci si è

resi conto che non basta un videocitofono a rimpiazzarlo” dice Mario Breglia, presidente

dell’istituto di studi e ricerche Scenari Immobiliari. Ricerche hanno infatti dimostrato che il

numero di furti è diminuito dell’80% in condomini con il portinaio, e che, visto l’avvento

delle ordinazioni online e della consegna di pacchi a casa, le persone preferiscono che essi

vengano recapitati a qualcuno di fidato.


Altri motivi sono, riassumendoli in uno, di avere un aiuto a 360 gradi. Il portinaio svolge i

lavori di pulizia (se il condominio non si è affidato ad una ditta esterna), smista la posta

garantendo una determinata precisione e sicurezza, e si assicura che la gente che entra ed

esce dal palazzo sia fidata e non completi estranei. In alcuni condomini di lusso addirittura,

la portineria ha una realtà più “evoluta”, ad esempio ci si rivolge al custode per prenotare

una babysitter su richiesta o un tavolo per una cena fuori. In generale, dice Breglia,

l’obiettivo ultimo è di avere un miglioramento della qualità della vita e semplificare la

gestione del condominio.


I requisiti generali che ora si cercano in un portinaio sono quindi la lingua – che sappiano

bene l’italiano è une delle prime cose che si cercano – e che siano fidati, precisi e disponibili:

se hanno esperienze passate come fattorini o domestici hanno sicuramente un plus.

Custode palazzo

Avere la portineria è quindi un servizio aggiuntivo molto utile, ma che ha anche un costo

non indifferente. Per questa ragione in tanti edifici, nonostante la tendenza degli ultimi anni

sembri dimostrare il contrario, l’hanno tolta, o ridotto l’orario di lavoro a mezza giornata.

Ma vediamo nello specifico quali sono i diritti e i doveri del custode.

In generale, ed è così per ogni contratto da custode, i loro compiti sono quelli di vigilanza,

custodia, e ricezione e smistamento della posta ordinaria. In altri condomini invece le

funzioni possono essere più specifiche, di conservazione e tutela dello stabile - il

condominio solitamente prevede un regolamento che il custode deve far rispettare ed

eventualmente dichiarare le infrazioni commesse - anche in orari fuori da quelli lavorativi, o

possono prevedere l’aggiunta della mansione di pulizia e giardinaggio.


Allo stesso tempo, al custode sono dati anche dei diritti, quali l’alloggio, se previsto dal

contratto, che deve essere gratuito e costituito da almeno due ambienti, di cui uno la

cucina. Se invece non fosse previsto, la portineria deve avere una guardiola con un bagno

accessibile direttamente dal custode.

Per avere una idea dei numeri in Italia riguardanti la portineria, basti pensare che 50% dei

portieri a Milano lavorano a tempo pieno, mentre a Roma e Napoli sono rispettivamente

66% e 70%. Nelle grandi città circa 75% delle case hanno una portineria, e che quasi tre

quarti dei custodi sono filippini. A seguire vi sono portinai invece srilankesi, peruviani ed

albanesi. Quindi come si vede da queste stime, il portinaio è una realtà molto affermata in

Italia, e che sembra stia crescendo sempre di più grazie ai benefici e comodità che offre al

condominio.

Ultimi POST