La cantina e il solaio: un tesoro da non tenere sotto-sopra

Cantina e solaio Pagi

Il solaio e la cantina, spazi da tenere sempre in ordine per evitare di trovare brutte sorprese

Tante volte le case, soprattutto quelle di nuova costruzione, hanno spazi e stanze molto

piccole: gli oggetti che compriamo che diventano sempre più indispensabili, dagli

elettrodomestici a scaffali o mobili, occupano tanto spazio, e ne lasciano sempre meno per

tutto il resto. L’ordine inizia a diventare un problema perché le cose si accumulano, e la

pulizia diventa difficoltosa. Bisogna quindi approfittare il più possibile di tutti gli spazi

aggiuntivi di cui disponiamo. Per quanto cantine e solai possano essere scomodi e poco

agibili, con un po’ di ordine e organizzazione saranno sicuramente un valore aggiunto.


Vediamo come tenerli in ordine e puliti: innanzitutto è bene notare che cantine e solai

hanno caratteristiche diverse, richiedono una diversa manutenzione, e per cui alcuni oggetti

andranno tenuti rispettivamente o in cantina o in solaio a seconda del materiale. Ad

esempio, tappeti e tessuti andranno in solaio in quanto esso è uno spazio caldo e asciutto;

conserve e scatole invece che necessitano di ambienti più freschi e asciutti andranno in

cantina. Per mantenere al meglio qualsiasi cosa decidiamo di mettervi, bisogna ricordarsi

sempre di fare arieggiare sempre gli spazi, installando ventole o prese d’aria, e di usare

mattoni o cemento come basi per le travi di appoggio, per evitare che si formi la muffa sotto

le scatole o mobilame.


Il problema della muffa è uno dei principali di cui bisogna tenere conto nella manutenzione

di tali spazi. Come azione preliminare, fare arieggiare il più possibile ed evitare di coprire le

prese d’aria. Se per caso notate invece qualche macchia di muffa, spruzzateci sopra della

candeggina con uno spruzzino, ma no strofinate la macchia! L’altro problema comune sono

gli insetti. Per questo, oltre ad una disinfestazione condominiale, bisognerebbe mettere dei

contenitori di miscele di acqua e aceto o fondi di caffè, cacao o eucalipto. Gli insetti infatti

vengono allontanati da odori forti. In ogni caso, evitate di tenere alimentari freschi di

qualsiasi tipo nelle cantine.


Svuotare cantina

Per una questione organizzativa di spazi invece, consigliamo sempre di usare scatolame di

dimensioni abbastanza ridotto: saranno più facili da spostare e per cui trovare quello che ci

serve al bisogno. Va da sé, specchi, quadri e oggetti delicati, prima di essere appesi o inseriti

in qualsiasi scatola, vanno imballati con la plastica pluriball, per evitare che si rompano.

Libri, riviste e manifesti andrebbero poi coperti con tessuti, stracci o plastica, e conservati in

scatole ben chiuse.


Se in cantina o in solaio avete delle travi o pilastri che riducono la possibilità di mettervi dei

mobili, sfruttate questa caratteristica montando magari delle mensole su cui potrete

appoggiare oggetti e scatole di piccole dimensioni. Se avete una di quelle cantine moderne,

lunghe e strette, optate per delle scaffalature non ingombranti, profonde non più di 30

centimetri, da appoggiare ad una delle pareti, e se avete una presa di corrente


approfittatene per mettere un mini-frigorifero che potete usare per alimenti che non ci

stanno nel vostro frigorifero di casa dopo le grandi spese!

L’importante comunque, a prescindere da che tipo di scaffali o scatole vogliate mettervi, è

che vi ricordiate che mensole e pavimenti vanno puliti regolarmente, per tenere lontano

sporcizia, insetti e muffa. Svuotate scaffali e spolverateli con acqua e ammoniaca, e fate lo

stesso per il pavimento. In alternativa potete usare l’aceto, che come spiegato tiene anche

lontani gli insetti, o degli appositi insetticidi (se non vi tenete alimenti). Infine, scatole di

bicarbonato lasciate aperte sul pavimento assorbiranno l’eccesso di umidità e rimuoveranno

l’odore di chiuso e muffa.

Ultimi POST