Come pulire il PC portatile

Manutenzione_computer_Pagi

La manutenzione del pc e la pulizia dell’ hardware, tutto quello che bisogna sapere


Quando sentite parlare di pulire il computer probabilmente pensate subito alla rimozione di

file inutili dall’hard disk: togliere app vecchie, foto e anche qualche virus che rallenta il PC.

Questa volta non ci riferiamo a quel tipo di pulizia, ma piuttosto ad una pulizia fisica vera e

propria del vostro computer. Avete presente tutta la polvere che si accumula sul vostro

schermo, o alle briciole accumulate sulla tastiera che si incastrano sotto i tasti e le macchie

di caffè che sembrano non andare più via? Ecco, parliamo allora di come procedere con una

pulizia sia di superficie, che interna, del vostro dispositivo.

Basta poco: trova un panno, una gomma magica, acqua e poco altro – è un’operazione

semplice anche per coloro che non l’hanno mai fatto!


Prima di tutto partiamo dalla pulizia del display del PC. Soprattutto per gli schermi in LCD,

ossia quelli a cristalli liquidi, che sono più delicati, c’è bisogno di una cura particolare

quando si va a togliere la polvere. Basta avere un panno in microfibra, o, in alternativa, un

panno in pelle di camoscio o in pelle di daino. Il concetto è che sia un panno liscio e

morbido, e non fatto di un materiale abrasivo che rischi di graffiare lo schermo, come

asciugamani, panni di carta o spugne.


Può capitare che oltre alla polvere sullo schermo ci siano anche delle macchie, per cui in

questo caso una semplice passata con il panno asciutto potrebbe non bastare. Provate

invece a bagnare il panno in microfibra di cui abbiamo parlato sopra e bagnatelo con una

soluzione che sia metà acqua e metà aceto bianco, e passatelo sulle macchie. Poi ricordate

di asciugare lo schermo con la parte asciutta di panno.


Pulire polvere computer


Vediamo invece come pulire la tastiera, il trackpad e il retro del portatile. Prima di tutto

bisogna ricordarsi però sempre di fare qualsiasi tipo di pulizia con il computer

rigorosamente spento e staccato da qualsiasi presa di corrente! Anche per pulire il corpo del

computer potrebbe bastare un panno in microfibra, soprattutto se il problema fosse solo un

po’ di polvere… Se invece ci fossero macchie più ostinate, l’ideale sarebbe procurarsi una

gomma speciale, chiamata gomma magica, che rimuove lo sporco da acciaio e plastica.

Questa va immersa nell’acqua e strizzata per togliere il liquido in eccesso, e passata sul

corpo del PC, sulla tastiera (possibilmente facendo attenzione che non ci sia troppa acqua

che scenda sotto i tasti!) sul trackpad e sul retro. Dopo procedete ad asciugare con un

panno in microfibra o con della carta, facendo attenzione a non rigare il PC.

Un consiglio invece per le briciole e sporco ostinato incastrato sotto i tasti o nelle porte di

connessione è di usare una bomboletta ad aria compressa.


Pulire l’interno del computer, ad esempio se sentite che inizia a surriscaldarsi, è una

faccenda più complicata che andrebbe fatta fare da uno specialista; tuttavia con un po’ di

pazienza e con le giuste misure ci si può provare: l’importante è avere sotto mano le

istruzioni adatte al modello di PC da pulire, e smontare il portatile per trovare le ventole di

areazione e procedere alla pulizia. Per fare questo usate un cotton fioc nei punti di

concentrazione di polvere e poi rimontate il PC sempre seguendo le istruzioni.


Il computer è sempre a contatto con fonti di polvere e il continuo utilizzo lo fa sporcare più

di quanto si creda. L’accumulo di batteri che c’è sulla tastiera fa del PC una delle cose più

sporche che tocchiamo tutti i giorni, quindi pulirlo ogni tanto è proprio questione di igiene!


Ultimi POST