L'igiene nei bagni non è mai troppa

Pulizia_Bagno_Pagi

La pulizia è uno degli aspetti più importanti in qualsiasi ambiente, ma lo è soprattutto nel bagno, il luogo più igienizzato della casa

L’ambiente “toilette” della casa è sicuramente quello che va tenuto più pulito e curato

possibile: vista l’ordine di attività delicate che vengono svolte in bagno, una corretta igiene

è fondamentale. In bagno infatti si annidato tantissimi batteri e germi che sono nemici della

salute!


Qualsiasi attività che viene svolta in bagno a cui si possa pensare va svolta in un ambiente

pulito e disinfettato – dal wc, al bidet, dalla vasca al lavabo in cui ci si lavano mani, denti e

faccia.


Ma allora vediamo nello specifico cosa bisogna sempre mantenere pulito: il primo di cui

bisogna parlare è sicuramente il wc. Quotidianamente contenitore di “rifiuti” organici, è

l’oggetto a cui bisogna dedicare più cura. Partendo dalla pulizia dell’esterno, per questa

bastano una spugna con del detergente antibatterico da passare su tutta la superficie. Per

l’interno invece esistono prodotti specifici che si trovano anche al supermercato (dotate di

apposito beccuccio e di consistenza resistente e che aderiscono alla superfice), o

antibatterici e igienizzanti come la candeggina o il bicarbonato. Un consiglio è di usare

sempre i guanti quando si procede alla pulizia di qualsiasi superficie dei sanitari da bagno.

Per chi ama invece usare ingredienti naturali e biologici si possono creare miscele a base di

bicarbonato di sodio, aceto e limone, che sono anche esse molto efficaci.

Lo stesso va per la pulizia del bidet: utilizzare sempre i guanti e prodotti specifici per

l’igienizzazione, o delle miscele di bicarbonato e aceto. Queste operazioni, soprattutto se si

tiene l’occorrente sempre a portare nel bagno, non portano via più di un paio di minuti e

bisognerebbe trovare il tempo di farle quotidianamente.


Igiene_bagni


La vasca e il lavabo sono meno a contatto con i germi del wc ma non per questo necessitano

meno cura: dai capelli, peli e polvere che si possono incastrare nelle tubature se non puliti

immediatamente, allo sporco di quando ci si lava, gli accumuli di batteri sono comunque

presenti. Tenete sempre una spugna vicino alla doccia o il lavabo e appena potete passatela

con acqua per risciacquare, e con gli appositi prodotti igienizzanti o candeggina per

disinfettare.


Basterà poco avere sempre un bagno pulito e accogliente se tenete l’occorrente vicino: due

o tre spugne separate per ogni sanitario, un paio di guanti e il prodotto antibatterico

igienizzante che preferite. Una altra regola a cui bisognerebbe prestare attenzione è di

chiudere sempre la tavoletta del wc quando si scarica l’acqua: seppur trasparente l’acqua

che esce dall’interno del wc schizza molto lontano, e potrebbe arrivare addirittura ai vostri

spazzolini! Non c’è quindi bisogno di spiegare quanto poco igienico possa essere lasciare la

tavoletta alzata quando si scarica. In ultimo, esperti hanno detto che lo spazzolone per

pulire l’interno del wc non andrebbe proprio tenuto (e di preferire piuttosto la pulizia a


mano con candeggina e spugna), ma per chi è abituato, una corretta pulizia è doverosa:

l’umidità e le setole bagnate sono un ottimo ambiente di proliferazione di batteri e germi!

Passatelo sempre in candeggina dopo l’utilizzo, e lavate regolarmente il suo contenitore.

Pavimenti e superfici vanno tenute libere da polvere, capelli e qualsiasi altra cosa possa

cadere in bagno durante l’utilizzo, quindi passate regolarmente una scopa e il mocio con

qualche prodotto disinfettante. Per quanto possa sembrare un lavoro che occupa tanto

tempo, avendo a disposizione il materiale necessario in realtà bastano pochi minuti per

avere il bagno sempre pulito e splendente!

Ultimi POST